ServiziMenu principaleHome
Sei qui: Home > Servizi alle Imprese > Incentivi > Legge di Bilancio 2021

Legge di Bilancio 2021

E' stata pubblicata in data 30 Dicembre 2020 sulla Gazzetta Ufficiale n. 322 la legge 30 dicembre 2020, n. 178 recante “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023” (c.d. Ddl Bilancio 2021).

La legge è entrata in vigore il 1° gennaio 2021.

Riportiamo di seguito un’analisi delle disposizioni di maggiore interesse:

  • Detrazioni fiscali per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Proroga al 2021 la detrazione al 50% prevista per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ (A per i forni) per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. Le spese per l'acquisto di mobili sono calcolate indipendentemente da quelle sostenute per i lavori di ristrutturazione. In altri termini, le spese per l'acquisto di mobili possono anche essere più elevate di quelle per i lavori di ristrutturazione. Per il 2021, viene elevato da 10.000 euro a 16.000 euro l’ammontare massimo di spese detraibili;

Proroga al 1 luglio 2021 della Plastic tax: Si apportano modifiche alla disciplina della plastic tax, la cui entrata in vigore viene prorogata al 1° luglio 2021, e volte tra l’altro a introdurre le preforme nei semilavorati, estendere l’imposta ai committenti, rendere il rappresentante legale di soggetti non residenti solidale ai fini del pagamento, elevare la soglia di esenzione dall’imposta, ridurre le sanzioni amministrative, estendere i poteri di verifica e controllo dell’Agenzia delle dogane.

Detrazioni spese riqualificazione energetica e ristrutturazione edilizia. 

Si prevede la proroga per l’anno 2021 delle detrazioni spettanti per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici e per il recupero e restauro della facciata esterna degli edifici.

  • Detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica. Viene prorogato al 31 dicembre 2021 il termine per avvalersi delle detrazioni fiscali al 65% per le spese documentate relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici (c.d. ecobonus), nonché la detrazione nella misura del 50% per le spese sostenute per l'acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro.
  • Detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia. Viene prorogato al 31 dicembre 2021 la detrazione al 50% (massimale 96 mila euro), per gli interventi di ristrutturazione edilizia indicati dall’articolo 16-bis del TUIR:
    • Manutenzione ordinaria, straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia.
    • Ricostruzione o ripristino dell’immobile danneggiato;
    • Eliminazione barriere architettoniche;
    • Cubatura edifici e contenimento inquinamento acustico;
    • Risparmio energetico con particolare attenzione all’installazione di impianti basati su impiego delle fonti rinnovabili di energia;
    • Adozione misure antisismiche;
    • Bonifica amianto.

Proroga al 30 Giugno 2022 del Superbonus 110%.

 Con misure introdotte nel corso dell’esame parlamentare, viene modificata la disciplina del Superbonus applicabile per gli interventi di efficienza energetica ed antisismica.

  • Applicazione della detrazione. Viene prorogata l’applicazione della detrazione per gli interventi di efficienza energetica, nonché quelli antisismici effettuati sugli edifici dal 1° luglio 2020 fino al 30 giugno 2022 (rispetto al precedente termine del 31 dicembre 2021), da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo e in quattro quote annuali di pari importo per la parte di spesa sostenuta nel 2022.
  • Coibentazione. Stabilisce che gli interventi di coibentazione del tetto rientrano nella disciplina agevolativa senza limitare il concetto di superficie disperdente al solo locale sottotetto eventualmente esistente.
  • Unità immobiliare indipendente. Ai fini dell’applicazione dell’agevolazione si definisce quando un’unità immobiliare può essere considerata funzionalmente indipendente ovvero qualora sia dotata di almeno tre delle seguenti installazioni: impianti per approvvigionamento idrico; impianti per il gas; impianti per energia elettrica; impianto di climatizzazione invernale.
  • Edifici privi di attestato prestazione energetica. Viene chiarito che sono ricompresi fra gli edifici che accedono alle detrazioni anche gli edifici privi di attestato di prestazione energetica purché sprovvisti di copertura, di uno o più muri perimetrali o di entrambi, purché al termine degli interventi, che devono comprendere anche quelli di isolamento termico, anche in caso di demolizione e ricostruzione o di ricostruzione su sedime esistente, raggiungano una classe energetica in fascia A.
  • Barriere architettoniche. Stabilisce che la detrazione si applica anche agli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, anche nel caso siano effettuati in favore di persone aventi più di 65 anni.
  • IACP. Proroga l’applicazione della detrazione per gli istituti autonomi case popolari che possono usufruire dell’applicazione della detrazione per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2022 e non più solamente fino al 30 giugno 2022.
  • Edifici colpiti da eventi sismici. Viene aumentata del 50% la detrazione per gli interventi di ricostruzione riguardanti i fabbricati danneggiati da eventi sismici, previsto per i Comuni colpiti da eventi sismici avvenuti dopo il 2008 e devo sia stato dichiarato lo stato di emergenza. Per i Comuni dei territori colpiti da eventi sismici verificatisi a far data dal 1° aprile 2009,) gli incentivi per gli interventi antisismici spettano per l'importo eccedente il contributo previsto per la ricostruzione.
  • Impianti fotovoltaici. La detrazione prevista per l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici viene estesa anche agli impianti fotovoltaici inseriti su strutture pertinenziali degli edifici.
  • Ulteriore proroga per altri soggetti della detrazione. Si proroga ulteriormente per alcuni soggetti la data per avvalersi dell’agevolazione fiscale:
    • per gli interventi effettuati dai condomini per i quali alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022;
    • per gli interventi effettuati dagli IACP, per i quali alla data del 31 dicembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 30 giugno 2023.
  • Maggioranze condominiali. Viene chiarito che le deliberazioni dell’assemblea del condominio, aventi per oggetto l’imputazione a uno o più condomini dell’intera spesa riferita all’intervento deliberato, sono valide se approvate con le stesse modalità di approvazione degli interventi a condizione che i condomini ai quali sono imputate le spese esprimano parere favorevole.
  • Attestazioni e asseverazioni. Vengono specificati i requisiti necessari ai fini del rispetto dell’obbligo di sottoscrizione della polizza di assicurazione da parte dei soggetti che rilasciano attestazioni e asseverazioni. La norma prevede che l’obbligo di sottoscrizione della polizza si considera rispettato qualora i soggetti che rilasciano attestazioni e asseverazioni abbiano già sottoscritto una polizza assicurativa per danni derivanti da attività professionale, purché questa:
    • preveda un massimale non inferiore a 500.000 euro, specifico per il rischio di asseverazione da integrare a cura del professionista ove si renda necessario;
    • garantisca, se in operatività di claims made, l'ultrattività pari ad almeno cinque anni in caso di cessazione di attività e una retroattività pari anch’essa ad almeno cinque anni a garanzia di asseverazioni effettuate negli anni precedenti.
  • Cessione e sconto in fattura. Prevede che le disposizioni in materia di opzione per la cessione o lo sconto in fattura si applicano anche ai soggetti che sostengono nell’anno 2022 le spese per gli interventi elencati all’articolo 119 del DL Rilancio.
  • Misure antisismiche. Gli interventi relativi a queste misure e per i quali sia stato rilasciato il titolo edilizio, su edifici ubicati in zona sismica 1 e 2, spetta una detrazione dall’imposta lorda nella misura del 50% con massimale 96 mila euro.

Credito d’imposta cuochi professionisti e cessione le credito di imposta per l’acquisto di beni strumentali.

La misura, introdotta durante l’esame parlamentare, attribuisce ai cuochi professionisti un credito d’imposta fino al 40% delle spese sostenute per l'acquisto di beni strumentali durevoli e per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale, strettamente funzionali all'esercizio dell'attività, tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021. L’agevolazione spetta fino ad un massimo di 6.000 euro e nel limite complessivo di 1 milione di euro per ciascuna delle annualità 2021-2023. Si consente di cedere l’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari e si affida ad un decreto MISE-MEF la definizione dei criteri e delle modalità di attuazione.

Con riferimento a questo punto segnaliamo che la legge di bilancio ha indicato come spese ammissibili al credito d'imposta di cui sopra, quelle sostenute per:

  1. l'acquisto di macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari;
  2. l'acquisto di strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione;
  3. la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.